UTAH – Una donna di Salt Lake City avrebbe messo in vendita la verginità della figlia di 11 anni per 10mila dollari. Per questo è stata accusata di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. Lo riporta la Abc4.

L’emittente spiega che secondo i verbali del tribunale un uomo avrebbe chiesto di avere un rapporto orale con la figlioletta e lei gliel’avrebbe garantito in cambio di soldi. L’offerta è stato scoperta dal fidanzato della donna, che ha iniziato a inviarle una serie di messaggi per discutere la proposta.

UTAH – Una donna di Salt Lake City avrebbe messo in vendita la verginità della figlia di 11 anni per 10mila dollari. Per questo è stata accusata di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile. Lo riporta la Abc4. L’emittente spiega che secondo i verbali del tribunale un uomo avrebbe chiesto di avere un rapporto orale con la figlioletta e lei gliel’avrebbe garantito in cambio di soldi. L’offerta è stato scoperta dal fidanzato della donna, che ha iniziato a inviarle una serie di messaggi per discutere la proposta.
1 Comments 0 Shares